Per la vescica, soia e spinaci. Le zuppe, casalinghe, realizzate utilizzando soia, spinaci, bietole, fagioli e thé contengono le famose sostanza antiossidanti con effetto anticancerogeno.

Stiamo parlando delle sostanze che si chiamano flavonoidi. Un altro studio dimostra che una dieta ricca di flavonoidi abbassa fino al 44 per cento il rischio di sviluppare un cancro alla vescica. Lo studio in questione è stato pubblicato sulla rivista Cancer, Causes&Contol.

Il cancro alla vescica, molto comune fra i 60 e i 70 anni, tre volte più frequente negli uomini rispetto alle donne, rappresenta il 3 per cento di tutti i turni e, in urologia, è secondo solo al tumore alla prostata.

Ancora una volta il ruolo dell’alimentazione si rivela strategica per evitare il cancro.

Share

Lascia un commento