Usare la testa!

 

Usare la testa!

Per che cosa? Vi starete domandando… e la risposta è chiara: per vivere più felici grazie al pensiero positivo. Quando si pensa in positivo, infatti, si rilasciano gli ormoni della felicità, e ciò ritempra le cellule cerebrali. Se impariamo ad improntare il nostro stile di vita a questo atteggiamento potremo mantenerci sempre giovani ed evitare le malattie del benessere.

Come scrive il medico giapponese Shigeo Haruyama, nel testo La rivoluzione della salute, “malgrado le tecniche terapeutiche facciano costanti progressi, non siamo ancora in grado di venire a capo di queste malattie. In realtà non c’è da stupirsene, poiché dall’approccio sintomatico tradizionale non ci si possono aspettare grandi risultati…; uno dei motivi è che queste patologie sono dovute per l’80-90% allo stress, cioè a problemi psichici. La medicina occidentale ufficiale, però, si concentra esclusivamente sulle parti del corpo malate e sui sintomi, tralasciando la psiche”.

I progressi nella fisiologia del cervello e nella neurobiologia ci hanno messo in condizione di poter fornire una spiegazione biochimica di gran parte delle alterazioni psichiche. E’ emerso quindi che uno stile di vita che prevede un rilascio abbondante di ormoni della felicità fa bene alla salute.

“Nella mia professione di medico ho notato, parlando con persone centenarie, che la loro alimentazione e il loro stile di vita è il seguente: mangiano solo fino a riempire lo stomaco per l’80%, la loro dieta è fondata soprattutto su verdure”. Inoltre, si deve impedire la calcificazione dei vasi sanguigni. Come? Grazie al movimento: muovendosi è possibile mantenere quasi del tutto i muscoli sviluppati in gioventù e la circolazione si conserva buona. Per vivere a lungo però dobbiamo tenere il cervello sempre in uno stato di attivazione. Ciò significa anche pensare positivo! Gli anziani di tutto il mondo, scrive il medico giapponese,  hanno una caratteristica in comune, ovvero non si preoccupano. In chi lo sa mettere in atto funziona anche la produzione di ormoni della felicità. Basta stimolare la secrezione di ormoni della felicità, senza bisogno di rompersi la testa con cose difficili. Il parametro ci viene fornito dalle onde alfa del cervello: il sistema migliore per raggiungere uno stato alfa è immaginare cose che ci mettono di buonumore o che ci colmano di gioia.

Share
This entry was posted in Alimentazione, Informazioni, Notizie. Bookmark the permalink.