Mirtillo nero toccasana

 

Mirtillo nero toccasana.

Per la circolazione, gli occhi, la pelle e le gengive. Le sue proprietà sono riconosciute dai ricercatori e per questo sono applicate in farmacologia. Il mirtillo nero contiene anticorpi che fanno parte degli antinfiammatori flavonoidi. Dagli antociani si liberano sostanze protagoniste dell’azione vasoprotettiva sia a livello della micro-circolazione venosa degli arti inferiori sia nella microcircolazione cardiaca. L’attività antiossidanti del mirtillo nero si estende, inoltre, all’apparato visivo dove le antocianidine aiutano gli occhi a superare lo stress causato dai pc, oltre che nelle situazioni di deficit oculari (miopia, retinopatie).  Per ottenere una vera azione farmacoterapica, è meglio utilizzare, piuttosto che l’assunzione orale delle bacche, gli estratti standardizzati in capsule o pastiglie.

Il mirtillo nero è un potente antiossidante, ma anche un utile antimicrobica. ecco perché viene impiegato per proteggere la cavità orale da afte e gengiviti. In questo caso possiamo preparare da soli un ottimo collutorio: si fa bollire una manciata di bacche di mirtillo nero in un litro d’acqua fino a ridurre a metà la parte liquida, si lascia raffreddare e poi si filtra il composto spremendo le bacche. Procedere con risciacqui orali più volte al giorno.

Share
Categoria: Alimentazione, Informazioni, Notizie.

Devi essere un utente registrato per aggiungere commenti | Login | Registrati

WordPress Theme by Simple Themes