Alimentazione Anticancro: 1^ regola

L’Associazione Italiana Ricerca Cancro (AIRC) ha pubblicato alcune utilissime guide sull’alimentazione anticancro. Il Benessere vien mangiando – vademecum pensato per coloro che hanno dai 16 ai 65 anni – definisce alcune regole d’oro per evitare di ammalarsi e contenere i fattori di rischio che possono facilitare l’insorgenza di malattie tumorali.

Otto principi-base da adottare per una benessere che si traduce in assenza di malattie e possibilità di ottenere uno stato generale di salute migliore.

Prima regola. CONTROLLARE INSULINA

Non c’è più alcun dubbio ormai sulla relazione stretta fra questo ormone, prodotto dal nostro organismo in risposta alla quantità di zuccheri nel sangue (glicemia), e il cancro. Lo scrive chiaramente l’AIRC. L’insulina, infatti, produce un eccesso di testosterone, sia nell’uomo sia nella donna. L’insulina inoltre è chiamata in causa quale agente che facilita la produzione del fattore di crescita (IGF-1) imputato proprio nella manifestazione dei tumori. Questo fattore di crescita, che è in relazione all’insulina presente nel nostro corpo, si collega alla insorgenza di cellule cancerose. “Alcuni tumori – si legge nella guida Il Benessere vien mangiando – come per esempio quello al seno, ma non solo,  sono particolarmente sensibili all’azione combinata degli ormoni sessuali e dei fattori di crescita”.

ECCO COME TENERE BASSA L’INSULINA PER EVITARE I TUMORI

l’AIRC è chiarissima: ridurre gli zuccheri, anzi meglio ELIMINARLI DEL TUTTO! (per dolcificare usare il malto d’orzo, mentre per i dolci il succo di mela o l’uva passa). Lo zucchero bianco, quello di canna, da mettere in soffitta. Poi è indisipensabile ridurre i carboidrati eccessivamente raffinati, come la farina 0 o 00, incluso il riso bianco, la pasta…, inziando a mangiare riso e pasta INTEGRALI (che contengono farine NON raffinate). Il riso integrale, ad esempio, come la pasta integrale, presenta un indice glicemico più basso rispetto al riso bianco e alla pasta con farina 00.

(fonte: AIRC)

Share

Lascia un commento